CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Il Mattino | Il bello del Sud nelle opere di Duclère | di Antonino Siniscalchi

by / martedì, 01 Ottobre 2013 / Published in blog, Teodoro Duclère

Il MattinoSORRENTO. Disegni e dipinti del paesaggista napoletano Teodoro Duclère in mostra da oggi fino al 30 aprile, al Museo Correale. Le opere dell’allievo di Anton Sminck Pitloo, uno dei massimi esponenti della ‘Scuola di Posillipo’, illustrate in un elegante catalogo.

Il vernissage della rassegna in programma oggi alle 18 nella Sala degli specchi. Alla cerimonia, introdotta dal presidente del consiglio di amministrazione Giuliano Buccino Grimaldi e del direttore Filippo Merola, interverranno Loredana Conti, dirigente del settore Musei e biblioteche della Regione e Luisa Martorelli della Soprintendenza speciale per il Patrimonio storico artistico e etnoantropologico e Polo museale di Napoli, responsabile ufficio vincoli e catalogo della direzione Museo di San Martino.

Mostra e catalogo (con-fine edizioni) propongono, per la prima volta, la collezione completa delle opere e dipinti, conservate nel Museo Correale, di Teodoro Duclère: 354 disegni e 30 dipinti (raccolti da Pompeo Correale, allievo di Duclère dal 1858) che illustrano luoghi e monumenti dell’Italia Meridionale. Il catalogo inizia dall’estremo Sud (Sicilia e regioni meridionali) e, attraverso la Campania, si conclude con il Lazio e l’Abruzzo. La Sicilia occupa una parte cospicua della raccolta (83 disegni e 7 dipinti a olio). Quindici disegni si riferiscono alle estreme regioni meridionali. La Campania (e isole pertinenti), percorsa in lungo e in largo dall’ artista, è rappresentata in ben 200 disegni e 23 dipinti.

Sette disegni infine riguardano il Lazio e l’Abruzzo. La raccolta si completa con trentasette disegni di costumi regionali tra cui sono presenti alcuni rivoluzionari palermitani del 1848 e, tra essi, il famoso Vito Miceli. Con questo evento – spiega il direttore Filippo Merola – il Museo Correale, intende rendere noto un patrimonio culturale di grande rilevanza ai fini dello studio e dell’approfondimento di quel periodo della pittura napoletana conosciuto con il nome di«Scuola di Posillipo. La mostra, con il catalogo, realizzato grazie al contributo del settore Musei e biblioteche della Regione Campania, soddisfano le esigenze del pubblico, dei collezionisti, degli studiosi e degli esperti, e dei semplici appassionati del bello. Il catalogo, curato da Mario Russo, Luisa Martorelli e Andrea Fienga, oltre a rappresentare un utile strumento di lavoro per gli studiosi

di vedutismo dell’Ottocento, offre agli appassionati e ai collezionisti di questa forma d’arte un volume che li condurrà in un sorprendente ideale «Grand Tour»attraverso il Sud. «Molto significativi a livello documentario – spiega Mario Russo – alcuni disegni che rappresentano monumenti scomparsi per abbandono o demolizione, come Taormina, con le porte urbiche; Sorrento, con le abbazie di San Renato e di San Pietro a Crapolla».

Antonino Siniscalchi
© Tutti i diritti riservati. il Mattino


Teodoro Duclère | Il catalogo

Lascia un commento

TOP