CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Sorrentum | In mostra disegni e dipinti Teodoro Duclère al Museo Correale | di Filippo Merola

Teodoro Duclère | Il catalogoNel riferire dei 321 fogli presi in esame presso il Museo, mi preme ringraziare la competenza e la disponibilità del Professore Mario Russo, che mettendoci a disposizione gli elenchi di tutti i disegni ha reso il nostro lavoro più rapido, dato il poco tempo a nostra disposizione, e ci ha consentito così di prendere in esame tutti i disegni presenti in catalogo, e della Signora Rachele de Angelis che ci ha messo a disposizione il lavoro di schedatura delle carte da lei iniziata. Il mio ringraziamento va anche a Luisa Martorelli che mi ha offerto questa interessante opportunità di lavoro e a Bruno Agolini, senza l’aiuto del quale non avrei potuto completare l’esame di tutte le carte.

Le carte

Duclère preferiva disegnare su carta liscia che offriva una superficie il più possibile omogenea,  le carte esaminate infatti prevalentemente non presentano impronte di filoni e vergelle, molti sono i fogli consistenti e compatti, qui definiti  “cartoncini”.

Il Mattino | Il bello del Sud nelle opere di Duclère | di Antonino Siniscalchi

Il MattinoSORRENTO. Disegni e dipinti del paesaggista napoletano Teodoro Duclère in mostra da oggi fino al 30 aprile, al Museo Correale. Le opere dell’allievo di Anton Sminck Pitloo, uno dei massimi esponenti della ‘Scuola di Posillipo’, illustrate in un elegante catalogo.

Il vernissage della rassegna in programma oggi alle 18 nella Sala degli specchi. Alla cerimonia, introdotta dal presidente del consiglio di amministrazione Giuliano Buccino Grimaldi e del direttore Filippo Merola, interverranno Loredana Conti, dirigente del settore Musei e biblioteche della Regione e Luisa Martorelli della Soprintendenza speciale per il Patrimonio storico artistico e etnoantropologico e Polo museale di Napoli, responsabile ufficio vincoli e catalogo della direzione Museo di San Martino.

Art & Dossier | Eduardo de Martino. Da ufficiale di marina a pittore di corte | di Gloria Fossi

Art & DossierEcco una puntigliosa ricerca di Luigina de Vito Puglia su De Martino, pittore campano di marine (Meta 1838 – Londra 1912). Questa interessante microstoria indaga su vita e parte delle opere (disegni e dipinti) di un artista celebrato certo più in America del Sud e a Londra – dove visse e lavorò – che da noi. Le ricerche ampliano le già notevoli indagini di  Roberto Vittorio Romano (Eduardo de Martino, Marina militare Roma 1998) che al poliedrico personaggio, importante anche per la storia della marineria, dedicò pure una voce sul Dizionario biografico degli italiani (volume 38, 1990). «Di bella e svelta statura, con baffi neri e cappellaccio alla Van Dyck», con un vestito nero «la cui bottoniera va sempre adorna d’uno scelto mazzolino di fiori», Eduardo aveva «una favella facile immaginosa, il tutto condito con u n po’ di ricercatezza », come ricorda il critico Federico Verdinois ai tempi in cui l’artista e le sue marine erano celebrati nelle Americhe.

Quasi come in libreria.

Luca Tornambè prova a spiegarceli, a darcene una sua interpretazione, all’interno della sua nuova monografia edita all’interno della Collana Passeurs e finalmente disponibile nel nostro bookshop. Poesie e opere d’arte che parlano con il linguaggio della purezza e che arrivano direttamente al cuore. http://www.con-fine.com/home/?wpsc-product=i-significati-della-fantasia

TOP