CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Verso la fine di the WALL

venerdì, 27 Aprile 2018 by
Verso la fine di The Wall

Mancano pochi giorni alla fine della Mostra The Wall a Palazzo Belloni a Bologna, un unicum fra tutti i progetti espositivi attualmente in giro per l’Europa.

Il muro e l’appropriazione umana dello spazio | Claudio Mazzanti

C’era una volta lo spazio: naturale, selvaggio, originario. Distese di terra, montagne, vegetazione, fiumi, mari… Gli esseri viventi si muovevano in questo spazio denso di pericoli e di ostacoli, alla ricerca di cibo e di riparo. Ostacoli naturali, ripari naturali. Finché un giorno, un animale più ambizioso degli altri, decise di non accettare più lo

Al di là dello specchio. La mappa degli infiniti riflessi

Il viaggio di Otr non si è interrotto: qui riprende e trova nuova compiutezza, addentrandosi ancora di più nelle pieghe illusive della realtà, continuando a farci scoprire l’infinità degli angoli della verità che, nell’eterno passeggiare fra le forme, possono essere di volta in volta scoperti, mostrati e poi di nuovo abbandonati nel prosieguo di una ricerca che si fa eterea e conduce all’informe. È

Reale F. Frangi. L’Oltre. Antologica

lunedì, 02 Ottobre 2017 by
Reale F. Frangi | L'oltre

Reale F. Frangi. L’Oltre. Antologica | a cura di Raffaela A. Caruso 8 ottobre > 16 novembre 2017 Inaugura sabato 7 ottobre presso Eidos Immagini Contemporanee Reale F. Frangi. L’oltre, antologica che nasce non solo dalla voglia del curatore Raffaella A. Caruso di presentare una “bella” mostra ma anche dalla necessità dell’Artista, dopo più di

La cultura impossibile durante le vacanze natalizie

Da più parti, durante le ormai trascorse vacanze natalizie, si è sollevata la questione dei Musei e delle mostre trovate chiuse nei giorni ‘clou’. Proprio oggi, su la Repubblica, leggo una lettera di un appassionato d’arte – da cui ho tratto lo spunto e il titolo per questo post – che giustamente avrebbe voluto visitare

Arnaldo Pomodoro | Rive dei Mari

venerdì, 24 Luglio 2015 by
Arnaldo Pomodoro | Rive dei Mari

La forma del nostro destino. Sembra il momento di ricominciare, una riga dopo l’altra, a raccontare quel viaggio all’interno della materia e dell’essenza dell’uomo cominciato secoli fa nella notte da cui tutti veniamo; dalla riva di una spiaggia dove il rifluire delle onde sulla battigia restituisce piccoli e affusolati simboli bianchi, forme incorruttibili ed eterne.

Tagged under: ,

New Year’s Brunch @ Perseo Art Foundry

mercoledì, 14 Gennaio 2015 by
New Year's Brunch @ Perseo Art Foundry

NYB_key_visual_and_logo_EN

Per il secondo anno consecutivo la Perseo Art Foundry di Mendrisio parteciperà al New Year’s Brunch organizzato dal circuito internazionale Sculpture Network.

Il brunch è una grande festa europea della scultura che riunisce ogni anno nel mese di Gennaio, dal 2010, le persone appassionate di scultura contemporanea: lo stesso giorno, nello stesso momento, in diverse sedi sparse in tutta Europa – 17 paesi, 45 locations fra studi di artisti, musei, gallerie, laboratori e fonderie, collegate in rete fra di loro – ci si incontra per scambiare idee e “celebrare” la scultura in tutte le sue forme.

In libreria il volume su Eduardo de Martino.
Incendio del Vapore America

Incendio del Vapore America

Nel periodo sudamericano Eduardo de Martino sperimentò una vasta gamma di temi e soggetti. Come artista romantico riprodusse la bellezza e la forza della natura incontaminata, ma trattò pure, seguendo la corrente realista, soggetti di vita quotidiana e i fatti di cronaca, dai paesaggi campestri alle scene borghesi e militari. Rimase però ‘ancorato’ al genere marinaro. Era quello che gli veniva più richiesto perché in esso riusciva ad esprimere i mutevoli stati psicologici dell’uomo con la rappresentazione degli elementi naturali, poi con il gioco di luci ed ombre tendeva a sottolinearne la qualità drammatica o malinconica.

In libreria il volume su Eduardo de Martino.
Eduardo-De-Martino-Stretto-Magellano

Prima lancia al momento di scandagliare il fondo a nord del Banco ‘Orange’. Disegno di Eduardo de Martino 6 maggio 1866

Nell’estate 1865 de Martino prestava servizio come ufficiale di rotta sulla pirocorvetta Ercole. La nave faceva parte della Divisione Navale italiana al Rio de la Plata che svolgeva compiti politici, diplomatici e scientifici, mirando in particolare a rappresentare le numerose comunità italiane presenti sulle coste argentine e uruguaiane.

Anche mentre era a bordo dell’Ercole, Eduardo trovò il tempo per dedicarsi all’arte e di certo i suoi lavori cominciarono a circolare e ad essere apprezzati negli ambienti italiani e brasiliani, dai ritrovi mondani ai circoli culturali.

Scopriamo l’Italia meridionale dell’Ottocento insieme a Teodoro Duclère: la Puglia

Duclere-Castel-MonteEd eccoci, come promesso nel precedente post, in Puglia, una regione magnifica tra terra e mare ricca di spunti e di paesaggi da ritrarre.

Ci troviamo nella prima metà dell’Ottocento e valicando l’Appennino meridionale, prima di passare dal tavoliere, arrivo a Bari dove non posso non disegnare il porto con le barche ormeggiate, poi raggiungo Barletta con la bella chiesa del Santo Sepolcro, Brindisi. A Lecce mi soffermo davanti alla veduta dai Santi Nicolò e Cataldo per fare un bel disegno dell’intera città, poi raggiungo Otranto, Gallipoli e Santa Maria di Leuca come documentato dai miei studi a matita tra il 1831 e il 1834.

Mi voglio invece soffermare sul disegno di Castel del Monte datato 1859 (3 maggio). 

TOP