FORGOT YOUR DETAILS?

L'affascinante storia delle Seicentine della Biblioteca del Museo Correale a Sorrento

Positano NewsLa Biblioteca del Museo Correale ha portato a compimento un’operazione culturale di grande rilievo non solo per il rilancio dello straordinario patrimonio di cui dispone ma, soprattutto per far conoscere, salvaguardare e valorizzare il proprio patrimonio librario.

Il fondo delle edizioni del XVII secolo in possesso della Biblioteca del Museo Correale di Terranova di Sorrento è composto da 140 esemplari che coprono tutto il secolo a partire dal 1600 fino al 1699.

Cosa vi piacerebbe leggere quest'estate?

Il mese di giugno è stato un mese straordinario qui in casa editrice… Se avete seguito anche voi le nostre attività saprete già che a inizio mese è uscito il sesto romanzo della collana Transfert Codamozza di Sergio Saggese, un libro sorprendente e ricco di spunti sui quali riflettere, dopo qualche giorno era già pronto

L'affascinante storia delle Seicentine della Biblioteca del Museo Correale a Sorrento

SorrentumA metà giugno sarà inaugurata al Museo Correale la mostra con pubblicazione del catalogo delle Seicentine della Biblioteca del Museo Correale.

Il Catalogo viene a sancire un impegno istituzionale, culturale e didattico che, iniziato nel 2006 con la pubblicazione di L’Erbario essiccato di Domenico Coscarelli e proseguito nel 2008 con il catalogo Le Cinquecentine della Biblioteca del Museo Correale, oggi si realizza con questo nuovo volume. Accompagnato da una mostra specialistica, costituisce un’ulteriore testimonianza dell’intensa attività scientifica e divulgativa svolta dal Museo nel settore dei beni bibliografici e dell’impegno profuso per il recupero e la fruizione del prezioso patrimonio librario custodito nella Biblioteca istituita il 10 ottobre 1918 con fo scopo di raccogliere pubblicazioni di storia locale, pubblicazioni e studi relativi al Torquato Tasso ed edizioni delle sue opere.

L'affascinante storia delle Seicentine della Biblioteca del Museo Correale a Sorrento

Frontespizio libro Dell'antico Ginnasio napoletanoSarà disponibile tra pochi giorni  il volume Le Seicentine della Biblioteca del Museo Correale, un catalogo che raccoglie e descrive i 140 libri che coprono tutto il secolo a partire dal 1600 al 1699 presenti in esposizione nella mostra Le Seicentine del Museo Correale realizzata dal Museo Correale di Terranova a Sorrento.

Questo libro insieme a quello edito nel 2008 sulle Cinquecentine della Biblioteca del Museo Correale vuole essere una testimonianza di quanto questa Istituzione e le persone che ci lavorano tengano al patrimonio librario in possesso dell’Ente Biblioteca e di quanto impegno e dedizione hanno messo nell’affrontare il lavoro di catalogazione e sistemazione di tali volumi, in più l’obbligo e l’impegno di ricordare e rendere noti tutti coloro che attraverso preziose donazioni hanno reso possibile la costituzione della Biblioteca che data 10 ottobre 1918 con delibera del Consiglio di Amministrazione del Museo.

La forza della cultura siamo noi.

mercoledì, 06 Febbraio 2013 by
Insieme si diventa più forti | con-News 05/13

Ed eccoci alla prima newsletter del 2013. Siamo partiti da molto lontano e forse non sempre abbiamo raggiunto gli obbiettivi che ci eravamo prefissati. Ma non giudicateci: abbiamo sempre cercato di essere sinceri e di fare un lavoro di qualità, per portare il nostro piccolo contributo alla cultura del nostro paese. Adesso serve un cambio

Voltando pagina

mercoledì, 19 Dicembre 2012 by
Arnaldo Pomodoro Continuum X

Arnaldo Pomodoro Continuum X

Il 2012 non è certo stato un anno facile e, tantomeno lo è stato per il mondo dell’arte e della cultura. Tuttavia nelle crisi, se affrontate anche come momenti di riflessione, si possono trovare – assieme alle difficoltà, alla fatica, al dolore, alle macerie – sicuramente anche insegnamenti e opportunità con cui, diversamente, non avremmo avuto modo di confrontarci. Anche per noi, questa è stata l’occasione di testare quanto ciò che abbiamo costruito in questi anni fosse in grado di reggere agli scossoni e, nonostante il terremoto sia stato decisamente forte, sembra che le mura di con-fine siano riuscite a tenersi in piedi. Credo che questo sia stato possibile perché

Tagged under: , , , ,
In libreria MAP13. Il primo libro-catalogo del movimento proattivo.

MAP 13. Atto Proattivo è il primo libro/catalogo dell’omonimo movimento fondato da  Stefano FanaraEliana ReEnzo Napolitano e Sergio Blatto.

La ricerca di questi artisti, che in questo libro curato da con-fine edizioni pubblicano per la prima volta il loro manifesto,  è volta alla ricerca delle proprie origini, partendo dalla convinzione che tutto è in ogni cosa e che quindi l’uomo ha già in sé la composizione artistica, che attraverso la capacità di incanalare la propria energia interiore, emergerà dal mondo sommerso dell’inconscio.

In Limbo - Gennaro Chierchia

E’ disponibile in libreria e online il nuovo romanzo di Gennaro Chierchia – In Limbo – il quarto della collana di narrativa transfert di con-fine edizioni ideata e curata da Vincenzo Aiello. Continua così il percorso alla scoperta della giovane letteratura italiana di qualità con un altro promettente autore campano. In Limbo è il percorso di

Exibart.com

Nella sua Estetica, Hegel considera la scultura come l’autentica costituzione di un intervallo all’interno dello spazio maggiore in cui noi viviamo. Arnaldo Pomodoro percepisce, nello stesso senso, tutte le sue grandi opere come riferimenti spaziali, elementi di orientamento. La scultura, riuscendo a trasformare il luogo in cui viene posata, acquista una valenza testimoniale. Riesce ad esprimere, attraverso il gioco di rapporti con il paesaggio o con la città, la complessa relazione che intercorre fra l’uomo e la realtà. Proiettata nello spazio, evadendo dal peso della materia e ignorando un esplicito basamento fisso, la scultura si pone come presenza archetipica e, al tempo stesso, effettivamente attualizzabile. A partire dalla lezione del costruttivismo, essa si appropria del ruolo di inventare soluzioni inedite per la dimensione urbana.

In libreria "Vicolo dei Lavandai": dialogo fra Flaminio Gualdoni e Arnaldo Pomodoro

Ci sono principalmente due ragioni per le quali ho voluto pubblicare questo libro.

La prima è stata determinata da una contingenza: la chiusura degli spazi espositivi della Fondazione Pomodoro, in via Solari a Milano; la perdita, non solo per la città, ma per la cultura in generale, di un luogo che aveva un approccio intellettuale, nei confronti del rapporto attività-comunità, oggi ancora assai raro.

Così, mi è sembrato doveroso documentare in forma cartacea questo momento perché le parole di Arnaldo Pomodoro e di Flaminio Gualdoni possano ri-manere e diventare, per tutti, spunto di riflessione e di dibattito sulle potenzialità, ma anche sulle problematiche, con cui gli spazi espositivi contemporanei si devono confrontare.

La seconda riguarda il fascino che da sempre esercitano su di me i lavori di Arnaldo Pomodoro e l’interesse critico che ho nei confronti di questo grande protagonista dell’arte contemporanea.

Ma tutto ha inizio molto indietro nel tempo.

TOP