CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Il mare

by / giovedì, 24 Luglio 2014 / Published in blog, narrativa, Sergio Saggese, Visioni Mondaniche

Il mare di Sergio Saggese

Le finestre son fatte per essere lette come pagine di un libro.
Consulto la mia come una Guida.
È un viaggio ogni giorno che vivo.
Mi segno d’abitudine prima d’uscire e c’è nel segno della croce, pure in quello, il moto dei punti cardinali.

Esco sul pianerottolo, monto in ascensore e per il vecchio sistema a molle sussulto sulla pedana come saltato s’un canotto.
Influenzato dalla discesa, penso alla nascita come a un urto e vivere diventa doverne attutire il senso.
Calo lo sguardo triste fin giù ai piedi del mondo.
Lo rialzo quando le porte dell’ascensore si riaprono e riprendo a sperare quando il sole scialba la parete del pianoterra facendola sembrare imbiancata.

Percorro la rampa d’uscita del mio palazzo, drizzo gli occhi e incrocio lo sguardo del mare.
Ci s’intende a silenzi noi due, e vince chi sta zitto più forte.
Ogni napoletano deve averne nel cuore qualche litro.
Quando vengono gli occhi lucidi non sono sempre lacrime.
Spesso è quel po’di mare rimastoci in corpo dopo il primo tuffo da piccoli.
Succede a volte che ci straripa dagli occhi implorando d’uscirne e può sembrare pianto.

Sergio Saggese

Questo racconto è l’ottavo che Sergio Saggese, autore di Codamozza, ci ha regalato per la nostra rubrica Visioni mondaniche

Collana Transfert

Lascia un commento

TOP