CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

Tra meno di un mese… Absolute!

mercoledì, 25 Marzo 2015 by
Absolute - Il Romanzo di Marco Aragno per con-fine edizioni

La nascita di un nuovo libro richiede sempre una lunga gestazione e devo proprio dire che Absolute, il nuovo romanzo di Marco Aragno, non è stato da meno.

L’abbiamo letto e riletto, abbiamo corretto errori, errorini, sviste, virgole e punti, abbiamo giocato insieme ai lettori (o futuri tali, speriamo) per riuscire a trovare la copertina più adatta, abbiamo fatto conoscere il protagonista del libro e, insieme, anche l’autore, ci siamo messi un po’ in gioco anche noi, sempre alla ricerca di buoni libri e di buoni amici con cui condividerli e, finalmente, la copertina c’è e anche la data di uscita…

Dichiaro di non averlo letto.

martedì, 24 Febbraio 2015 by
Dichiaro di non averlo letto. Aiuto

Aiuto-50-sfumature-grigio

Ma è come se lo avessi fatto?

Non lo so… basta cercare il titolo sul web e vengono fuori cose che non avresti neanche pensato potessero esistere, sommersa da una valanga di stupidi indizi, di falsi segreti da svelare, che è come se lo avessi almeno sfogliato, provate pure!
Il primo volume credo sia uscito nel 2012 e già mi domandavo come e perché un Harmony (lo ammetto: non ho mai letto neanche questi) potesse avere tanto successo…

Posso provare ad immaginarlo.

Tagged under:

La storia di Ninuccia

mercoledì, 11 Febbraio 2015 by
La storia di Ninuccia - Fabiana Schianchi

Ninuccia-Manoscritto-Fabiana-Schianchi

Da qualche giorno ho intrapreso la lettura di un nuovo manoscritto che fin dalla prima pagina, mi ha incuriosito a tal punto, che non sono più riuscita a staccarmene.

In questi casi divento ‘golosa’: ogni capitolo mi fa venire voglia di leggere il successivo e non sarò contenta finché non vedrò l’ultimo punto, finché l’ultima parola non sarà letta.

Cosa succederà alla protagonista? Riuscirà a trovare colui che sta cercando? Alla fine ci sarà delusione, rimpianto o gioia e serenità, o nessuna di queste cose?

L'inferno delle donne

olocausto

E’ da qualche giorno ormai che con Giulia, mia figlia di 9 anni, parliamo della giornata della memoria. Oggi lei con la sua classe andrà in comune per assistere ad un documentario che le spiegherà (anche se non so come si possa farlo) cosa è successo anni e anni fa…
Qualche sera fa ci ho provato anch’io a spiegare, ma mi sono accorta che le parole mi mancavano, che forse neanch’io ho mai capito bene, che tutto quell’orrore è impossibile da spiegare, impossibile usare la logica.

Poi oggi ho riletto il racconto che Sergio Saggese mi/ci regalò l’anno scorso e che pubblicai proprio in questa giornata. Rileggerlo non mi è servito a capire, però mi è servito a provare, almeno in parte, il dolore, un dolore che non si potrà mai più dimenticare.

Il racconto che si intitola ‘L’inferno delle donne’ inizia così:

Vita da lettori

mercoledì, 21 Gennaio 2015 by
Vita da lettori | Fratelli-Karamazov-Dostoevskj-Amos-Oz

Fratelli-Karamazov-Dostoevskj-Amos-Oz

Fino ad una certa età non ho mai abbandonato la lettura di un libro… forse ero troppo indulgente, forse non avevo gli strumenti per essere più critica, ma, lo ammetto, mi dispiaceva veramente non arrivare alla fine e ci riuscivo sempre, anche se il libro era un po’ complicato o a tratti noioso (forse sceglievo semplicemente dei buoni libri).

Da qualche anno, invece, non mi faccio più nessuno scrupolo. Per alcuni non riesco ad andare oltre la seconda pagina, altri li leggo fino a metà, ma se la lettura diventa faticosa lo chiudo e lo sistemo al suo posto nella libreria senza nessun tipo di rimorso.

Un regalo per Natale?

mercoledì, 17 Dicembre 2014 by
Ho appena finito di leggere... Natale

Ho appena finito di leggere... NataleIn casa con-fine arrivano ogni giorno non vi dico quanti manoscritti.

Qualcuno manda il suo lavoro con una lettera di presentazione, qualcuno lo manda tipo newsletter a tutta una lista di case editrici che ovviamente non mette in copia nascosta ma lascia ben visibile (della serie: questa cosa interessa a qualcuno, chiunque sia?), c’è chi manda un’e-mail completamente vuota con il solo allegato, c’è chi manda la storia della sua vita… Insomma ce n’è per tutti i gusti!

Io mi sono fatta una promessa: leggerli tutti e rispondere a ognuno, perché un riscontro non si nega a nessuno, no?

Leggendo, leggendo, mi sono imbattuta in un romanzo che definirei ‘cupo’ al limite delle mie reali necessità di cupezza, ma, sì c’è un ma, è un testo da cui non ho saputo staccarmi e, pagina dopo pagina, mi ha tenuto imprigionata, non lasciandomi altra possibilità che continuare a leggere.

Gli amici Smith & Wesson

mercoledì, 10 Dicembre 2014 by
Gli amici Smith & Wesson di Alessandro Baricco

Smith and Wesson di Alessandro BariccoQualche settimana fa mi capita di intercettare la notizia dell’uscita di un nuovo libro di Alessandro Baricco, decido di appuntarmi il titolo perché ha qualcosa che mi attira.

Prendo la mia agenda e scrivo ‘Smith & Wesson‘ con la vera intenzione di mettere alla prova per l’ennesima volta questo scrittore che ho amato tanto nella mia adolescenza.

L’appunto rimane chiuso e un po’ dimenticato tra le pagine che mi porto sempre in borsa, ogni tanto lo sbircio, rimuginando tra me il proposito di acquistare il libro.

Un pomeriggio, dopo l’uscita di scuola, vado insieme ai bimbi a fare la spesa e, entrando nel negozio, il mio sguardo viene attratto da una copertina in particolare. E’ bella e chiara: riproduce una texture, alghe o forse acqua, c’è un cappello che sembra volare o affondare e la scritta in grande Alessandro Baricco in nero e sotto in rosso SMITH & WESSON.

Lo metto nel cestino della spesa, è fatta!

Una foto per Absolute

mercoledì, 03 Dicembre 2014 by
Una foto per Absolute

CopertinaInterrogativoMarco Aragno, un giovane giornalista di Giugliano in Campania, qualche mese fa decide di inviarci il suo manoscritto, lo leggo, come faccio di solito con tutti i manoscritti che arrivano in casa editrice, e penso subito che quello che ho in mano potrebbe essere (meraviglia!) il prossimo romanzo della collana Transfert, la nostra collana dedicata ai romanzi per la quale cerchiamo sempre giovani autori: ebbene sì, qui si fa scouting!

Lo leggo per la seconda volta e contatto l’autore per spiegargli che siamo interessati al suo testo e, quasi (!) prontamente (uff sempre cose da fare che si accavallano) gli mando il contratto editoriale che lui, sicuramente più organizzato di me, mi rispedisce subito indietro firmato: Absolute entra ufficialmente in casa con-fine!

Un giardino speciale

Giardino SensorialeIl volume dedicato al Giardino sensoriale di Balerna è speciale a partire dal sottotitolo: uno spazio che si prende cura delle persone, una specifica all’apparenza strana perché la cura delle persone riguarda solitamente altre persone (medici, scienziati, parenti,…) invece quando per la malattia non esistono farmaci, la possibilità di cura viene da un luogo, in questo caso da un giardino, pensato apposta per dare sollievo, per stimolare ricordi, per dare la possibilità agli anziani affetti da forme di demenza senile di poter essere circondati da colori, materiali, forme, suoni, che li aiutino a vivere meglio. Il libro al quale stiamo lavorando ne racchiude tutta l’essenza.

I libri della vita

mercoledì, 26 Novembre 2014 by
I libri della vita

NadiaParigiMi capita a volte di ripercorrere con la mente alcuni momenti della mia infanzia e adolescenza e, dettaglio che mi fa sempre sorridere un po’, le esperienze che ricordo, quelle che mi hanno lasciato una sensazione di dolcezza, sono sempre legate ai libri.

Due in particolare sono più nitide e scandiscono la mia crescita.

La prima risale al periodo delle elementari, il grembiulino rosa, una classe diversa da quella di mio fratello (gemello), nuovi amici, una maestra/mamma che ricordo sempre con piacere, ma anche i primi scontri, il desiderio di crescere in fretta e allo stesso tempo quella sensazione di disagio che l’accompagnava.

TOP