CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

#iostoconRosa … e anche le Amiche del Museo Correale

by / giovedì, 08 Ottobre 2015 / Published in blog, Mostra Salvator Rosa, Mostre, Rassegna Stampa

SalvatorRosa_AmicheMuseoCorreale

L’associazione culturale,  impegnata da cinque anni in iniziative di valorizzazione  del Museo Correale di Sorrento, appoggia in pieno la campagna di crowdfunding  promossa per la Mostra “Il giovane Salvator Rosa”.

Nel generale clima di consensi ed approvazioni che sta riscuotendo l’iniziativa di finanziare attraverso il crowdfunding l’imminente Mostra del Museo Correale di Sorrento, dedicata ai primi anni della carriera del pittore Salvator Rosa, anche l’associazione Amiche del Museo Correale sostiene con convinzione questa possibilità di coinvolgere il pubblico nella promozione e nella fruizione della cultura.

L’associazione è stata fondata nel 2010 con lo scopo di tutelare e valorizzare il Museo Correale, considerato un bene comune, una preziosa risorsa storico-artistica dei cittadini della penisola sorrentina, nonché biglietto da visita per il lancio di un turismo culturale.

“Amiche del Museo” perché l’iniziativa è nata dall’idea di cinque amiche, le socie fondatrici: Paola Savarese, Angela Cacace, Anna Pane, Desiré Marino e Rossella Di Leva, imprenditrice sorrentina, che attualmente ricopre la carica annuale di Presidente dell’Associazione.

«Il Museo Correale è parte fondamentale del  patrimonio culturale sorrentino e in quanto tale deve essere considerato un bene della comunità, una risorsa da potenziare, per una piena fruizione nostra e delle generazioni future», spiega Rossella Di Leva.

L’intento di sostenere la crescita e il miglioramento di quello che l’archeologo Amedeo Maiuri definì “il più bel Museo di provincia d’Italia” è reso possibile dall’impegno profuso in questi cinque anni dai soci della fondazione, attualmente circa sessanta.

Tra le iniziative effettuate dall’Associazione, si segnala la donazione delle luci esterne per il giardino, il rifacimento dei bagni e l’acquisto di bacheche  per una più appropriata esposizione della collezione di ventagli, già custodita nel Museo.

Obiettivi di prossima realizzazione sono, invece, il restauro di un dipinto settecentesco (“Campagna romana” di Michael Wutky), l’organizzazione di una Mostra botanica nello scenografico  giardino e l’acquisto di audio guide che illustrino le opere esposte, per una più completa fruizione dei visitatori.

Le Amiche del Museo sono riuscite ad ottenere questi validi risultati, grazie all’impegno e all’entusiasmo mostrati in questi anni. Oltre ai fondi raccolti dalle quote associative, sono state  organizzate svariate iniziative per  ricavare ulteriori contributi destinati al Museo: dal mercatino dell’usato, a tornei di burraco e visite culturali. Anche il Comune di Sorrento ha collaborato con stanziamenti che sono stati impiegati dall’Associazione per erogare borse di studio destinate ad allievi meritevoli del Liceo Artistico “F. Grandi” di Sorrento, coinvolto in progetti e attività legate al Museo.

In quest’ottica si comprende, dunque,  il pieno sostenimento dell’Associazione alla Mostra  “Il giovane Salvator Rosa” e alla campagna di crowdfunding ad essa destinata.

«Sosteniamo con interesse tutte le attività  legate al Museo Correale e in particolare l’iniziativa del crowdfunding prevista per questa Mostra. Si tratta di una forma di autofinanziamento che offre una grande opportunità ai cittadini: quella di contribuire alla promozione della cultura e di sentirsi così parte attiva nella realizzazione di un progetto. È una valida  proposta da tener presente anche per altre  iniziative future legate al nostro Museo». Con  queste parole, Rossella Di Leva sottolinea quanto sia importante far percepire al cittadino quel fondamentale senso di appartenenza alla cultura della propria  realtà territoriale. La promozione delle iniziative culturali va dunque sostenuta attraverso l’impegno di tutti. Questo è lo spirito fondante del crowdfunding e anche dell’Associazione: sentirsi possessori a pieno titolo del Museo della propria città e impegnarsi, dunque, nella sua valorizzazione, seguendo il lodevole esempio delle “Amiche del Museo Correale”.

di Mariaelena Castellano. © Corso Italia News

Lascia un commento

TOP