CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

The WALL exhibition

lunedì, 27 Novembre 2017 by
La mostra the WALL a Palazzo Belloni

Dal 24 novembre 2017 al 6 maggio 2018, Palazzo Belloni ospita la mostra “the WALL”. Un percorso espositivo che racconta il concetto di muro: da simbolo di incomunicabilità ed esclusione a protagonista di un’operazione culturale che apre a molteplici prospettive. La mostra è un invito a scoprire il muro psicologico, il muro pubblico, il muro funzionale,

Mostra prorogata

lunedì, 29 Febbraio 2016 by
#iostoconRosa ma ci date una mano anche voi?

Ancora 3 mesi per poter visitare la mostra “Il giovane Salvator Rosa”. Questa è la bella notizia che vi diamo oggi e oggi è proprio il giorno giusto perché il Museo Correale è stato chiuso tutto il mese di febbraio e domani, martedì 1 marzo, riapre le sue porte (o meglio i suoi cancelli) a

La cultura impossibile durante le vacanze natalizie

Da più parti, durante le ormai trascorse vacanze natalizie, si è sollevata la questione dei Musei e delle mostre trovate chiuse nei giorni ‘clou’. Proprio oggi, su la Repubblica, leggo una lettera di un appassionato d’arte – da cui ho tratto lo spunto e il titolo per questo post – che giustamente avrebbe voluto visitare

#iostoconRosa ma ci date una mano anche voi?

L’associazione culturale,  impegnata da cinque anni in iniziative di valorizzazione  del Museo Correale di Sorrento, appoggia in pieno la campagna di crowdfunding  promossa per la Mostra “Il giovane Salvator Rosa”. Nel generale clima di consensi ed approvazioni che sta riscuotendo l’iniziativa di finanziare attraverso il crowdfunding l’imminente Mostra del Museo Correale di Sorrento, dedicata ai

#iostoconRosa ma ci date una mano anche voi?

mercoledì, 30 Settembre 2015 by
#iostoconRosa ma ci date una mano anche voi?

Sebbene Nadia Lazzarini dopo il suo video sul lancio dell’hashtag ‪#‎iostoconRosa‬ non si rassegni a cedermi il posto, fra un’intromissione e l’altra, cerco di spiegarvi come fare a sostenere la Mostra di Salvator Rosa al Museo Correale di Terranova… poi ditemi voi se ce la posso fare a lavorare in queste condizioni!?!

Picasso. Eclettismo di un genio | Una sfida organizzare la mostra di Picasso a Sorrento

Gino Fienga  e PicassoDopo il grandissimo successo della mostra di Dalì dell’anno scorso, e quella di Sironi, conclusasi lo scorso 20 aprile, il 30 maggio, a Villa Fiorentino a Sorrento, verrà inaugurata la mostra “Picasso. Eclettismo di un genio”. Evento che dimostra l’impegno, da parte della Fondazione Sorrento e del Comune della città, a portare avanti iniziative all’insegna dell’arte e della cultura.
Abbiamo incontrato Gino Fienga, curatore della mostra, che è stato felice di rispondere a qualche domanda. 

Pablo Picasso a Sorrento

lunedì, 24 Marzo 2014 by
Quasi come in libreria.

1_ArticoloProseguono le grandi esposizioni d’arte presso la magnifica Villa Fiorentino di Sorrento, infatti, dopo la mostra Mario Sironi: pittura, grande decorazione, illustrazione che terminerà il 20 aprile 2014 verrà ospitata all’interno della stessa struttura, l’arte del Genio, il maestro dei maestri, l’arte di Pablo Picasso!

Noi di con-fine edizioni seguiremo tutte le fasi sia dell’organizzazione che dell’allestimento e pubblicheremo il catalogo che sarà disponibile a partire dal 30 maggio, il giorno dell’inaugurazione della mostra e fra pochi giorni prenotabile in prevendita ad un prezzo scontato, insomma ci siamo dentro fin sopra la punta dei capelli… 

Chi era Teodoro Duclère?

martedì, 15 Ottobre 2013 by
Sorrentum | In mostra disegni e dipinti Teodoro Duclère al Museo Correale | di Filippo Merola

Teodoro Duclère | Il catalogoNato il 24 maggio 1812 a Napoli in una famiglia borghese di origine francese, rimasta a Napoli anche dopo la caduta del Murat.

Non abbiamo notizie sui primi anni di vita di Teodoro che abitò sempre nella zona di Chiaia, frequentata dai forestieri e da quei pittori di paesaggio che campavano la vita vendendo loro le più celebrate vedute della città. Fra i tanti Antonio Pitloo, l’olandese che avrebbe dato nuovo impulso alla rappresentazione del paesaggio napoletano, capostipite della cosiddetta Scuola di Posillipo, che abitava al vicolo del Vasto 15 dove verso il 1820 aveva aperto una libera scuola di paesaggio, frequentata fra gli altri da Giacinto Gigante e dal Vianelli.

Dal 1824 l’olandese insegnava alla Scuola di Paesaggio presso il Real Istituto di Belle Arti e qui il Duclère fu suo alunno, se già non lo era stato nello studio privato. Nei documenti dell’Archivio dell’Accademia si registra la costante partecipazione di Teodoro ai concorsi mensili fra il 1829 ed il 1831, con una serie di primi posti che ci mostrano i suoi progressi artistici dal giugno del 1829, quando in seconda classe risulta primo con un disegno dal vero di un albero di noce, al dicembre del 1830, quando in prima classe, passato dalla tecnica del disegno alla pittura, vince con uno studio di barche, dipinte dal vero alla Marinella col Vesuvio sullo sfondo.

In libreria il volume su Eduardo de Martino.

Eduardo de Martino a MetaDa 7 al 10 agosto l’associazione dei commercianti del Casale di Meta (NA) ha organizzato un’esposizione delle opere di Eduardo de Martino tratte dal libro curato da Luigina de Vito Puglia.

Eduardo de Martino ha navigato per molti mari e ha visitato terre lontane, ha vissuto una vita ricca di avvenimenti e ha cercato (e ci è riuscito) di diventare uno dei più grandi pittori di marine. Non è stato riconosciuto in Italia come tale, ma in Inghilterra, dove ha raggiunto il suo successo. Le sue opere, disegni e olii di rara bellezza, ne testimoniano l’alto livello raggiunto.

Eduardo de Martino in Italia e a Meta (il suo paese natio) purtroppo è poco conosciuto, la sua vita l’ha portato lontano e forse per questo motivo il suo paese d’origine l’ha dimenticato. Non tutti però…

L'affascinante storia delle Seicentine della Biblioteca del Museo Correale a Sorrento

Mostra Le Seicentine al Museo CorrealeNella vita di un museo, una mostra è un’iniziativa per attirare l’attenzione del pubblico, sia di quello che lo ha già visitato sia di quello che vive con la lacuna di non averne mai percorse le stanze. Ed il Museo Correale di Sorrento, quasi periodicamente, realizza queste iniziative. Ma lo scopo è anche quello di rendere noto, a quanti lo ignorano e potrebbero avervi interesse, il patrimonio che possiede e sviluppare nuovi stimoli di ricerche e possibilità di arricchimento culturale.

Dopo L’Erbario essiccato di Domenico Coscarelli (2006) ed il catalogo Le Cinquecentine della Biblioteca del Museo Correale (2008), per le corrispondenti mostre, oggi è il turno di mostra e catalogo per Le Seicentine che saranno presentati al pubblico nella cerimonia di sabato 22 giugno alle ore 10,30.

Il Museo Correale, che Amedeo Maiuri definì “il più bel museo di provincia d’Italia”, voluto dalla munificenza di Pompeo e Alfredo Correale, si presenta nella sua ricchezza e vivacità con le varie collezioni, fra le quali si distinguono quelle di ceramiche e porcellane (tra le più ricche d’Europa), di pitture dell’Ottocento paesaggistico napoletano (ricchissima in particolare di pitture dì Duclère, maestro ed amico di Pompeo Correale), di capolavori dell’artigianato sorrentino (dono di Saltovar), di reperti archeologici locali e (ultimo acquisto) di ventagli dal ‘700 al ‘900 (dono di Mariella Grazia).

TOP