CREATE ACCOUNT

FORGOT YOUR DETAILS?

5x1000 alla Fondazione Arnaldo Pomodoro
Sfera n. 1, 1963, Bronzo, diametro 120 cm - Arnaldo Pomodoro

Sfera n. 1, 1963, Bronzo, diametro 120 cm – Arnaldo Pomodoro

Noi che lavoriamo nel mondo della cultura sappiamo benissimo quanto sia difficile e a volte quasi impossibile riuscire a creare valore.

In un paese come il nostro, pieno di bellezza che viene trattata come fardello e spesso abbandonata in un lento ma inesorabile declino, se alla cultura non viene data la giusta importanza  anche il nostro spirito diventa più povero, perché viene meno anche un po’ della nostra umanità e un po’ della nostra sensibilità e intelligenza si sbriciolano insieme ad essa.

Noi con il nostro lavoro ci sforziamo ogni giorno di dare un contributo – anche con grossi sacrifici come tutti gli operatori di questo settore che credono veramente in quello che fanno –  e ci piacerebbe che anche chi non lavora direttamente alla ‘produzione culturale’, fosse coinvolto nella sua difesa e nella sua diffusione, sostenendo questo patrimonio con il suo piccolo contributo. 

Il libro Le gradazioni del bianco e il Premio Bufalino

Le gradazioni del bianco di Giuseppe di BellaGiorno 26 aprile presso l’Aula Magna dell’Università di Catania, il nostro autore Giuseppe Di Bella ha ritirato il primo premio del concorso nazionale Gesualdo Bufalino per il suo libro di poesia “Le gradazioni del bianco“. Il premio creato e curato dalla attivissima Fondazione Carlevani-Brancati di Catania esiste da diversi anni e si affianca ad altre importantissime manifestazioni e premi letterari nazionali quali il premio Brancati che si svolge ogni anno a Zafferana Etnea.

La celebrazione si è svolta in presenza di un foltissimo pubblico accademico ed extra-accademico, e della giuria di docenti della Fondazione Brancati e del Magnifico Rettore dell’Università di Catania.
A seguito di altre premiazioni relative al premio Ugo Gioviale (sezione staccata sempre per la poesia) e del premio Bufalino per la sezione narrativa, l’autore Giuseppe Di Bella è stato invitato alla cattedra per ascoltare la motivazione che ha giustificato il suo primo posto. Ed è la seguente:

Manifesto mostra Dalì

Manifesto mostra DalìPiù di 100 opere del Maestro del Surrealismo in un’esposizione unica, in programma dal 14 di giugno al 29 settembre 2013 a Villa Fiorentino, “The Dalì Universe Sorrento”. La mostra interamente dedicata a Salvador Dalì è un’occasione davvero speciale, che permette al pubblico di avvicinarsi agli aspetti meno noti del lavoro del grande artista, scoprendo opere ancora poco conosciute, come la scultura monumentale “Omaggio a Tersicore” mai esposta fino ad oggi. Un’ampia selezione di diverse opere tra cui sculture in bronzo, oggetti in vetro, oro, collages e raccolte grafiche di Dalì illustratore verranno posizionate all’interno ed all’esterno di Villa Fiorentino con l’intenzione esplicita di rivelare la fonte di ispirazione del genio di Salvador Dalì, per promuovere la comprensione della vita e dell’arte del Maestro. Questo percorso espositivo, consentirà ai visitatori di immergersi nel labirinto della mente del Maestro e di ammirare i risultati creativi della sua infinita immaginazione.

In Limbo di Gennaro Chierchia a Gragnano (Na)

Manifesto della presentazione di In LimboA Gragnano il 26 aprile 2013 è stato presentato presso la sede del Centro Giovani Santa Caterina il nuovo libro dello scrittore gragnanese Gennaro ChierchiaIn Limbo”. L’ultima fatica letteraria dell’autore è stata presentata del Centro Giovani Santa Caterina di Gragnano egregiamente presieduto da Marianna Esposito.

Numerosi si sono presentati al centro per assistere all’evento, segno di stima dei confronti del giovane letterato.

Durante la presentazione del romanzo, in cui l’autore ha riassunto la trama dell’opera e analizzato le caratteristiche dei vari personaggi, sono intervenute due ragazze del Centro Giovani, leggendo alcuni passi tratti dal libro e ponendo delle domande.

TOP