Le Gradazioni del bianco

a cura di: Giuseppe Di Bella

Anno di pubblicazione: 2011

Genere: Raccolte di poesie

collana: Sete

formato: 17×12 cm

lingua: italiano

pagine: 72

 

9,00

Descrizione prodotto

“Quella di Di Bella è davvero una lirica di mappature graduate, di pellicole e nervature: la metafora principale è una metafora della sottigliezza, della ramificazione, dunque della complessità… ma corporea. Ventosa e barocca insieme. Facile dire siciliana, sì, eppure, perché non dirlo? È una poesia, se posso usare una di quelle disinvolte familiarità che si permetteva Garboli, “in camicia di lino”. La poesia di un Quasimodo rinato dopo De Angelis, l’école du regard e il cinema sull’incomunicabilità. Però c’è poi un “compromesso al centro” (di nuovo la Sicilia?): un certo tasso di cantato, descrittivo, narrativo, amabile. Eclettismo che può essere molto fecondo, e che forse spiega una particolare situazione (da paragonare a quella postermetica, per alcuni versi) della buona poesia italiana d’oggi.” Matteo Marchesini

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le Gradazioni del bianco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *