Dalí Experience

Lingua: Italiano
Anno di pubblicazione: 2017
Pagine: 240, a colori
Genere: Catalogo d’Arte
Inserti Aggiuntivi: Poster Pubblicitario, Newspaper, Scatola contenitiva

40,00

Descrizione prodotto

Con questo volume abbiamo cercato di proporre nuovi stimoli di percorsi e di possibili esperienze, seguendo la stessa logica della mostra Dalí Experience.

Al suo interno il lettore troverà una serie di contributi che vogliono gettare luce su diversi aspetti dell’attività di Dalí.
Si tratta di squarci che illuminano parzialmente alcuni degli ambiti più significativi, come degli occhi di bue che mettono in evidenza una parte della scena. Non abbiamo la pretesa di essere esaustivi, troppi sono i diversi ambiti in cui Dalí si è cimentato, ma il panorama che emerge crediamo sia comunque ricco e fecondo. Dal personaggio Dalí evocato da chi lo ha personalmente incontrato (Roberto Gervaso), ai suoi contributi, fondamentali all’inizio e frustrati poi, al cinema sperimentale e hollywoodiano (Tatti Sanguineti). I rapporti fra Dalí e la matematica e la geometria vengono raccontati con dovizia di esempi e proposte stimolanti (Silvia Benvenuti), le sue ricerche sugli ologrammi da chi li ha realizzati con lui negli anni ’70 (Selwyn Lissack), così come i suoi interessi per la visualizzazione della quarta dimensione e dell’ipercubo vengono raccontati dallo scienziato a cui Dalí si rivolgeva per discutere questi argomenti (Thomas Banchoff).
Il rapporto con la danza viene approfondito non solo nelle scenografie dei balletti da lui disegnate, ma come metafora e paradosso di un passo che non passa (Isabelle Roussel-Gillet), mentre il rapporto con l’eros si interseca con le nudità ambivalenti con cui Dalí rappresenta il (proprio) corpo nudo (Frédérique Joseph-Lowery). Il suo incontro con Freud viene rievocato in un delizioso schizzo surreale su una panchina (Giovanna Disabato), mentre è reale il suo distacco, a volte fastidioso e supponente, spesso di comodo e opportunista, dagli eventi storici del suo tempo (Riccardo Brizzi).
Ma i testi presenti in questo Catalogo sono solo una parte dei contenuti. Il lettore troverà le immagini delle opere, sia di quelle di Dalí sia delle installazioni multimediali e interattive che nella mostra dialogano con le sue opere.
Ci sono immagini stereoscopiche, un App di realtà aumentata da scaricare, un manifesto che illustra lo schema progettuale della mostra, e un giornale allegato con articoli della stampa italiana su Dalí quando era ancora in vita. Per ogni articolo e tematica affrontata, abbiamo inserito degli approfondimenti da esplorare con il vostro smartphone, con dei QR code che rimandano ad immagini, video, articoli sul web, in modo che l’esperienza della lettura si apra in sollecitazioni multimediali ed in percorsi di possibile approfondimento. Perché la realtà del libro si moltiplichi in realtà diverse, multimediali virtuali aumentate, da scoprire ed esperire.
Infine, la sezione conclusiva traccia alcuni elementi di un possibile approccio all’esposizione di opere d’arte, in cui centrali sono il concetto di “experience” e l’apertura al rapporto col territorio, di cui questa Dalí Experience vuole essere un primo possibile esempio.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Dalí Experience”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *